Lucio Battisti, emozioni in musica

Era il 9 settembre del 1998 quando arrivò la notizia della morte di Lucio Battisti, sono trascorsi vent’anni eppure la sua voce inconfondibile e l’emozione delle sue canzoni è ancora intatta, intramontabile.

Chi non ha mai cantato una canzone di Lucio Battisti? Chi non ne conosce a memoria alcuni versi?

Le canzoni di Battisti sono entrate nella vita delle persone con l’incisività che solo la semplicità può determinare, sono canzoni che arrivano diritte al cuore e diritti al cuore arrivano i versi sciolti che Giulio Rapetti, in arte Mogol, compose per i brani di Lucio.

Dal sodalizio con Mogol sono nate, a partire dagli anni ’60, molte delle più belle canzoni pop italiane. La libertà nel comporre musica dell’uno si sposò perfettamente con la creatività poetica dell’altro, il risultato del connubio Battisti/Mogol, tutt’altro che banale, usciva dai cliché letterari, e dava vita a vere e proprie emozioni in musica, ispirate ad una grande libertà creativa, a un “canto libero”, veri e propri voli di versi sciolti e metafore inusuali, risultato imprevedibile di una composizione musicale originale in grado di entrare nel quotidiano della gente senza essere mai banale, tutt’altro. La quotidianità è linguaggio universale, ciascuno vi riconosce una parte di sé e prova le emozioni, il coinvolgimento che porta quelle canzoni ad essere parte di tutti noi, la colonna sonora di tanti momenti di vita e un riconoscimento di pubblico che ne decreta il successo, nonostante la critica spesso abbia snobbato questo artista, definendolo banale o addirittura accusandolo di essere reazionario, perché non cantava canzoni impegnate e non seguiva il filone del ’68.

Certamente Battisti fu un artista schivo, poco incline ad apparire, la timidezza era un suo tratto distintivo, decise di ritirarsi dalla scene nel 1976 dichiarando che un artista deve parlare al suo pubblico solo per mezzo del suo lavoro.

In occasione del ventennale dalla scomparsa di questo grande artista, il 27 aprile, arriva presso il Teatro D’Annunzio di Latina, all’interno della rassegna Lievito, grazie all’Associazione Culturale Rinascita Civile, il concerto racconto EMOZIONI, che ripropone i successi di Lucio Battisti cantati da un giovane artista Gianmarco Carroccia, mettendo in risalto tutte le sfumature che si nascondono dietro ogni singola canzone grazie ai preziosissimi interventi del Maestro Mogol, autore di tutte le canzoni proposte, che sarà presente sul palco durante la serata.

Venerdi 27 Aprile 2018 ore 21:00
Latina Teatro D’Annunzio
Lievito 2018
OMAGGIO A LUCIO BATTISTI
Giancarlo Caroccia e Mogol
Emozioni Orchestra
canzoni e racconti

Mancano a questo evento:

weeks
-8
-1
days
0
0
hours
0
-8
minutes
-2
0
seconds
0
-4

 

 

Lucio Battisti e Mogol

 

 


 

 

 


Condividi
  • 10
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *