Spaccatesta #5

Le pillole del nonno

Nonno Vladimiro è proprio soddisfatto, di più: contento!
Ha appena salutato i suoi due figli e tre nipoti che lo sono venuti a trovare e gli hanno organizzato una bella cenetta.
Ora si è già messo in pigiama, lavato, e prima di andare a dormire deve prendere le sue medicine: due pasticche al giorno senza le quali – Nonno Vladimiro ha una patologia seria – probabilmente non sarebbe più qui.
Per questo le prende quasi con piacere, regolarmente prima di andare a dormire, e la puntualità e la precisione – da sempre caratteristiche del nonno – con l’età si sono evolute quasi a piccola mania, ma sicuramente a fin di bene.
Nonno ha bevuto un po’ più del solito, da anni non vede bene, le mani gli tremano un po’…
Prende il barattolo dell’ Anticoagulante (A) lo apre e poggia una pasticca sulla mano sinistra, ma quando va a prendere la pasticca  per la pressione (P) dal barattolino ne escono due.
Ora sta li’ che guarda le tre pasticche che ha in mano: sono identiche, è impossibile riconoscere quella di troppo. Nonno è un tipo preciso, e gli secca tantissimo dover prendere altre due pillole dai rispettivi barattoli e buttare le tre che ha in mano. Certo, potrebbe mettersele in bocca tutte e tre, ma Vladimiro è un tipo preciso, ed in effetti anche un piccolo sovradosaggio potrebbe avere conseguenze serie.
Dopo averci pensato un po’ trova un modo assai ingenoso per assumere la dose corretta di entrambi i farmaci senza sprecare neanche una pastiglia.

Come ha fatto?

La soluzione di questo spaccatesta la troverete nel prossimo numero della Rivista.

SOLUZIONE DELLO SPACCATESTA #4
Dovremmo allungare la corda di poco più di 6,28 metri. La circonferenza è infatti 2π volte il raggio.
Così il raggio Rp del pianeta è di 40.000.000 / 2π  = 6.366.197,72… metri.
La circonferenza descritta dalla corda sollevata avra il raggio di un metro più lungo:
Rc  = Rp + 1 = 6.366.198,72… metri, e la sua lunghezza sarà di 40000006,28… metri.



Limuskintzy è uno dei tanti pseudonimi usati da Boris Nicolajevic Karakol (ammesso che questo sia il suo vero nome).
Esperto in decrittazione di codici segreti ha lavorato a lungo per il KGB; dopo il crollo dell’Unione Sovietica è andato in pensione, ed arrotonda la misera somma ricevuta pubblicando giochetti ed indovinelli logico-matematici.


Iscriviti alla Newsletter di Latina Città Aperta

* campo obbligatorio
/ ( dd / mm )
Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *