Si incrociarono un breve istante, di Meira Delmar

Si incrociarono un breve istante

Si incrociarono un breve istante
il tuo sguardo e il mio.
E seppi all’improvviso
– non so se anche tu –
che in un tempo
senza anni né orologi,
un altro tempo,
i tuoi occhi e i miei
si erano incontrati,
e quella di allora
non era che un’eco,
l’onda che ritorna,
attraversando mari,
all’antica spiaggia.

Meira Delmar

Olga Isabel Chams Eljach, meglio conosciuta con il suo pseudonimo di Meira Delmar (21 agosto 1922 Barranquilla, Colombia / 18 marzo 2009 Barranquilla), era una poetessa colombiana di origini libanesi. È considerata una dei poeti colombiani più famosi del XX secolo e ha pubblicato sette libri di poesie nella sua vita. Dal 1989 era membro dell’Accademia Colombiana de la Lengua. Il suo esordio come poetessa avvenne a 15 anni sulla rivista cubana ”Vanidades” e a 20 anni pubblico’ la sua prima raccolta poetica, ”Alba de olvido”. Nel 1999 quest’opera fu giudicata dai critici colombiani come uno tra i cento migliori libri del Novecento e segnalata tra le venti migliori opere poetiche dell’intero secolo. Due anni dopo ”Alba de olvido”, usci’ ”Sitio del amor”, seguito nel 1946 da ”Verdad del sueno”: per questa raccolta Delmar ricevette la prima delle tante onorificenze assegnatele nella sua lunga carriera poetica.

Fresia Erésia è l’eteronimo dietro il quale si cela una poetessa eretica per vocazione, un animo sensibile che ha trovato libera espressione solo attraverso la scrittura poetica.
Pensare in versi sciolti è ciò che le riesce meglio: poesie, aforismi e suggestive metafore per lo più si perdono tra nuvole di pensieri e solo a volte si fermano sulla carta per restare.
Scoperta per caso da un anziano poeta che era in cerca della sua Musa, Fresia viene riconosciuta per alcuni versi giovanili come un talento naturale del genere “diamante grezzo non ancora lavorato”.
La poetessa è solita affermare però che il peggio che le potrebbe capitare sarebbe proprio di finire sfaccettata su commissione da un talent scout seriale, per questa ragione mantiene l’anonimato e non si mostra mai in pubblico.


Iscriviti alla Newsletter di Latina Città Aperta

* campo obbligatorio
/ ( dd / mm )

Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *