Diritto di ReCesso: Il pane

Emiliano “Emy” Miliucci, è l’Autore di questa rubrica di riflessioni e narrazioni, all’insegna dell’ironia e della ricerca dei paradossi quotidiani, intitolata “Diritto di ReCesso”.
Precisiamo che l’Autore, nel pieno possesso delle sue facoltà mentali, ha espresso la volontà di inserire, quale icona della Rubrica, l’immagine del luogo principe della sua attività speculativa.

Ieri, un caldo infernale.

Eravamo tutti e 4 in macchina, di ritorno da alcuni giri, quando Marzia fa:

– Fermati un attimo al supermercato che devo prendere un po’ di pane.
– Va bene.

Parcheggio.

– Scendi solo te?
– Ma no, dai scendiamo tutti. Che almeno nel supermercato si sta freschi.
– Va bene. Ma tanto per un po’ di pane facciamo veloci.
– Prendi un carrello, va…
– Un carrello per un po’ di pane?
– Ma si dai… cosi’ prendiamo anche due casse d’acqua.
– Pane e acqua.

Vabbe’ mi pare abbastanza minimale.

Appena entrati nel supermercato:

– Oh guarda! Ci sono le merendine in offerta.
– Ma noi non mangiamo quelle merendine.
– Non le mangiamo perche’ non sono mai in offerta. Ma stavolta approfitterei.
Vabbe’. Pane acqua e merendine e via in cassa, dai.
– Papaaaaaaaa’ posso comprare i gelati?
– No! Abbiamo preso le merendine quindi niente gelati, che fa caldo e si sciolgono.
– Ma no! Abbiamo la borsa frigo. E poi ci sono gli Antartidoni in offerta. Prendine un po’.
Vabbe’. Pane, acqua merendine, gelat…
– Papaaaaaaa’ posso comprare le caramelle gommose a forma di ornitorinco?
– No, no e no!!
– A Marta pero’ hai preso i gelati…
Vabbe’ piglia ste caramelle…

Nel frattempo mi giro e vedo Marzia che gira con gli occhi spiritati.

Il carrello e’ straripante di roba.
In cima al carrello in bella mostra c’e’ il sale rosa dell’Himalaya.

– Mi spieghi che roba e’?
– E’ un sale che magari costa un po’ ma sala pochissimo.
– A parte che costava meno andarlo a comprare direttamente a Katmandu, ma poi non bastava usarne poco di quello tradizionale?
– Sta zitto! E’ in offerta.
– Papaaaaaaa’ posso comprare cose a caso?
– No, porca miseria!!! Ho detto no!
– E vabbe’, ma sempre no pero’ gli dici a ste ragazzine…

Insomma dopo essere riuscito a trascinarle in cassa, dopo averle legate, abbiamo fatto fuori due rotoli di carta per lo scontrino.
Un salasso che metterebbe in crisi il pil di un paese in via di sviluppo.

Vabbe’.
Pazienza.
Usciamo.
Un caldo boia.

Ripongo tutto nel bagagliaio e ripartiamo. C’e’ un silenzio strano in macchina quasi irreale. Magari le tre donne di casa hanno placato i loro animi. Tutta quella foga profusa nel supermercato magari le ha rese innoque per un po’. Gia’ pregustavo un po’ di tregua.

All’improvviso e’ Marzia a squarciare la quiete:

– Porca Miseria!!! Non abbiamo preso il pane.

Fermati al prossimo supermercato. Scendiamo tutti al volo. Che nel supermercato si sta freschi.

E i suoi occhi all’improvviso tornano ad essere spiritati…

Emiliano nasce a Latina sotto il segno del Sagittario.
Secondo Paolo Fox è una persona solare, fedele, ironica ma che tende agli sbalzi d’umore.
Per i nati nella terza decade di Novembre Il colore preferito è il celeste il numero è il 7.
(Però Paolo Fox non ci prende spesso, infatti a me piace il blu e il mio numero fortunato è il 7815).
Uomo coraggioso che da sempre convive con l’orribile pregiudizio che la gente gli ha attaccato addosso e cioè quello di essere un sex symbol e quindi solamente un involucro senza cervello.
Da sempre impegnato nel sociale si batte per il riconoscimento dei diritti dei cervelli degli uomini molto belli.
Come nella migliore tradizione dei Play Boy, ha 3 donne.
Due giovanissime e molto belle, hanno il suo stesso cognome e ricoprono il ruolo di figlie. La terza, quella meno giovane è una sorta di compagna-coinquilina-moglie co.co.pro. Anche lei impegnata nel sociale presiede un’associazione per il recupero degli uomini che credono di essere molto belli ma stupidi e che in realtà non sono per niente belli.
Nel tempo libero adora lavorare mentre nella vita generalmente va in bicicletta.

Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *