Diritto di ReCesso: L’eroe

Emiliano “Emy” Miliucci, è l’Autore di questa rubrica di riflessioni e narrazioni, all’insegna dell’ironia e della ricerca dei paradossi quotidiani, intitolata “Diritto di ReCesso”.
Precisiamo che l’Autore, nel pieno possesso delle sue facoltà mentali, ha espresso la volontà di inserire, quale icona della Rubrica, l’immagine del luogo principe della sua attività speculativa.

Possiamo essere degli eroi.
Anche solo per un giorno.

Lo cantava David Bowie.

Ed oggi e’ toccato a me esserlo.

Anche se solo per un giorno, oggi sono stato un eroe.
Un vero eroe, di quelli cui dedicano una via, o magari una piazza, con al centro la statua d’ottone, con due militari a sorvegliarla.

Oggi mentre bevevo un caffe’ alla macchinetta, sono stato il primo ed anche l’unico ad accorgermene.

E’ stata un’emozione fortissima.
Di quelle che sogni sin da bambino.
Di quelle che stai tutta la vita ad aspettare che capitino.
E poi capitano.
Quando meno te lo aspetti, capitano.
Nel pomeriggio di un insulso giovedi di fine ottobre.

Me ne sono accorto io.
Solo io.

Il tecnico che rifornisce la macchinetta, ne ha lasciato la serratura sganciata.

E’ stato un attimo, sganciarla del tutto e trovarmi davanti al piu’ ambito dei tesori.
Coca cole, cioccolate, merendine e noccioline inerti davanti a me.

E poi…

Una fila ordinata di tramezzini confezionati.
Una fila di lussuosissimi tramezzini, quelli da 2 euro 2 tutti a portata di mano.

Luccicanti, lussuriosi, col prosciutto della prima guerra mondiale perfettamente conservato.

Con tonno e maionese radioattiva o anche con pomodoro e una roba che vagamente somiglia alla mozzarella.

L’istinto mi ha fatto cacciare la mano in tasca alla ricerca delle chiavi della macchina.

Porto via tutto.
Il mio primo pensiero.
Carico l’intero contenuto della macchinetta nel bagagliaio e scappo.

Ma poi, diceva David Bowie, possiamo essere eroi.
Anche solo per un giorno.

L’ho richiusa.
Senza prendere nulla.
Neanche una mezza minerale da 40 centesimi.

Ce li vedo i turisti.
Tra 20 anni.

– Bella questa piazza. Come si chiama?
– Ah ecco c’e’ il cartello. Dice cosi’:

PIAZZA EMILIANO MILIUCCI.
Eroe.

Emiliano nasce a Latina sotto il segno del Sagittario.
Secondo Paolo Fox è una persona solare, fedele, ironica ma che tende agli sbalzi d’umore.
Per i nati nella terza decade di Novembre Il colore preferito è il celeste il numero è il 7.
(Però Paolo Fox non ci prende spesso, infatti a me piace il blu e il mio numero fortunato è il 7815).
Uomo coraggioso che da sempre convive con l’orribile pregiudizio che la gente gli ha attaccato addosso e cioè quello di essere un sex symbol e quindi solamente un involucro senza cervello.
Da sempre impegnato nel sociale si batte per il riconoscimento dei diritti dei cervelli degli uomini molto belli.
Come nella migliore tradizione dei Play Boy, ha 3 donne.
Due giovanissime e molto belle, hanno il suo stesso cognome e ricoprono il ruolo di figlie. La terza, quella meno giovane è una sorta di compagna-coinquilina-moglie co.co.pro. Anche lei impegnata nel sociale presiede un’associazione per il recupero degli uomini che credono di essere molto belli ma stupidi e che in realtà non sono per niente belli.
Nel tempo libero adora lavorare mentre nella vita generalmente va in bicicletta.

Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Un commento su “Diritto di ReCesso: L’eroe

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *