Diritto di ReCesso: Riferimenti familiari

Emiliano “Emy” Miliucci, è l’Autore di questa rubrica di riflessioni e narrazioni, all’insegna dell’ironia e della ricerca dei paradossi quotidiani, intitolata “Diritto di ReCesso”.
Precisiamo che l’Autore, nel pieno possesso delle sue facoltà mentali, ha espresso la volontà di inserire, quale icona della Rubrica, l’immagine del luogo principe della sua attività speculativa.

La famiglia si sa, non e’ piu’ quella di una volta.
Sono cambiati i riferimenti.

Come sapete non si usa piu’ dire padre e madre ma genitore1 e genitore2
(Sai come suonerebbe bene la canzone Genitore 1 son tanto felice, perchè ritorno da teeeee, e anche W il genitore1 di Bennato sarebbe una bella canzone).

Pero’ anche genitore 1 e 2 e’ discriminatorio perche’ chi decide chi e’ 1 e chi 2?
Quindi per non offendere nessuno potremmo scomodare rivalita’ storiche e fare tipo:

Genitore Coppi e Genitore Bartali

cosi’ non si offende nessuno.

I nonni anche devono avere una nuova definizione poichè nonno e nonna è discriminatorio.
Mutuando la definizione inglese potremmo definirli Grangenitori.
Per distinguere uno e due potremmo utilizzare Grangenitore Prost e Grangenitore Senna.
Cosí non si lamenta nessuno.

Anche marito e moglie, sono termini discriminatori.
Sarebbe meglio usare il termine SODALE. Rassicurante, formale e soprattutto neutro. Per distinguerli potremmo scomodare i nipoti di Paperino. Sodale Qui e Sodale Qua (Quo ce lo teniamo da parte perche’ si sa che in tutte le coppie che funzionano bisogna essere felici in tre).

Anche figlio Maggiore e Minore sarebbe da sistemare.
In fondo minore e maggiore sono giudizi di merito.
Quindi potremmo fare Figlio cuori e Figlio picche (quadri e fiori li teniamo di scorta ma tanto chi vuoi che faccia piu’ di due figli?).

Poi c’e’ quell’altra rogna del doppio cognome.
Che SodaleBartali (il genitore 1, madre per dirla in linguaggio arcaico) vuol dare anche il proprio cognome al figlio. Principio giusto, per carita’, ma nel giro di 3 generazioni ci troviamo con 16 cognomi a testa.
Gia’ ce lo vedo il mio pronipote

Brad Marsella Miliucci Desica Verdone Rossi Bianchi Nibali CR7.

Insomma un gran casino.

Adesso io me ne vado a fare colazione con Figlia Cuori.
Figlia picche resta a casa con grangenitore Senna.
Sodale Bartali invece deve uscire. Dice che va a correre.
Dice.

Ma secondo me quella c’ha qualche Sodale Quo.

Emiliano nasce a Latina sotto il segno del Sagittario.
Secondo Paolo Fox è una persona solare, fedele, ironica ma che tende agli sbalzi d’umore.
Per i nati nella terza decade di Novembre Il colore preferito è il celeste il numero è il 7.
(Però Paolo Fox non ci prende spesso, infatti a me piace il blu e il mio numero fortunato è il 7815).
Uomo coraggioso che da sempre convive con l’orribile pregiudizio che la gente gli ha attaccato addosso e cioè quello di essere un sex symbol e quindi solamente un involucro senza cervello.
Da sempre impegnato nel sociale si batte per il riconoscimento dei diritti dei cervelli degli uomini molto belli.
Come nella migliore tradizione dei Play Boy, ha 3 donne.
Due giovanissime e molto belle, hanno il suo stesso cognome e ricoprono il ruolo di figlie. La terza, quella meno giovane è una sorta di compagna-coinquilina-moglie co.co.pro. Anche lei impegnata nel sociale presiede un’associazione per il recupero degli uomini che credono di essere molto belli ma stupidi e che in realtà non sono per niente belli.
Nel tempo libero adora lavorare mentre nella vita generalmente va in bicicletta.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.