Filiberto Sbardella approda a Cervia per la mostra “I Mille di Sgarbi”

Il maestro del ‘900 Filiberto Sbardella è tra gli artisti scelti personalmente dal critico d’arte Vittorio Sgarbi  per partecipare alla mostra che si terrà a Cervia dal 3 al 12 luglio 2020, presso i Magazzini del Sale.

Il pittore, scultore e architetto, infatti – su proposta di Pasquale Biagio Cicirelli e Claudio Gatti, e col patrocinio di Italia Nostra Onlus sez. di Latina – è stato selezionato tra più di mille artisti, e una sua scultura luminosa sarà esposta alla collettiva per omaggiarne l’estro, l’arte, la memoria.

La scultura luminosa di Filiberto Sbardella

Le candidature sono giunte da tutte le regioni d’Italia, e Sgarbi ne ha scelte alcune decine con estrema cura, tra le diverse discipline (pittura, scultura, fotografia). La mostra, che sarà inaugurata dallo stesso Sgarbi e documentata da un catalogo curato dal critico ferrarese, vuole essere una istantanea sullo stato dell’arte contemporanea in Italia.

Così – dopo un anno pieno di iniziative che hanno avuto come unico obiettivo quello di celebrarne il nome – il progetto artistico “Filiberto Sbardella” approda a Cervia.

È ancora disponibile infatti ai visitatori, la mostra itinerante “La terra è di chi la coltiva” patrocinata dall’Associazione Italia Nostra Onlus e allestita a Latina presso il Museo della Terra Pontina. Inaugurata lo scorso 22 febbraio, è stata prorogata su gentile concessione della Direttrice Dr.ssa Francesconi.

La mostra di Latina

Ma come dicevamo, queste sono solo alcune tappe del programma culturale a lui dedicato.
I due anni di ricerca infatti hanno visto la pubblicazione nel 2019 di una dettagliata biografia illustrata dell’artista (con contributi di Maria Taboga e Plinio Perilli), a cui hanno fatto seguito un audiolibro (con voce narrante della speaker RAI Alessia Patacconi), un documentario, un sito internet, numerosi articoli sul web e sulla carta stampata (Il Messaggero, Metro, Latina città aperta, Diwali Rivista Contaminata, Il Corriere di Viterbo, La Stampa), e l’inserimento della voce Filiberto Sbardella nell’enciclopedia Wikipedia.

Infine, la mostra itinerante, scelta e inserita dalle Associazioni ARCI e ANPI nel Programma del Festival Resist 2020 (quest’anno in forma virtuale, come disposto dai DPCM emanati a causa del Covid-19), è stata presentata il 25 aprile scorso dal Circolo Il Cosmonauta di Viterbo sulle varie piattaforme che hanno ospitato l’evento, in occasione della Festa della Liberazione.

Pasquale Biagio Cicirelli è nato in provincia di Matera nel 1976, Sociologo ed Educatore, è appassionato di fotografia e teatro.
Ha pubblicato: Il Profilo dei minori in affidamento, indagine sulla realtà meridionale (2014), e Adolescenti nella società delle dipendenze (2016).
Ha curato la pubblicazione delle sillogi del poeta Gianluigi Miani, La Scalata (2014), e Fede o Sete (2016), nonché degli omonimi eventi teatrali e culturali.
Nel 2016 ha realizzato, in collaborazione con l’artista Giuseppe Rellini, il cortometraggio Claudia, e nel 2019 il docufilm Filiberto Sbardella – la terra è di chi la coltiva, legato all’omonimo progetto letterario.


Iscriviti alla Newsletter di Latina Città Aperta

* campo obbligatorio
/ ( dd / mm )

Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *