ArcheoTour: ROMA E IL CULTO DEI MORTI 2

La chiesa di San Bartolomeo all’isola è un luogo di culto cattolico di Roma; si trova sull’Isola Tiberina, nel rione Ripa.
Costruita nell’anno 1000 per contenere le reliquie di san Bartolomeo apostolo; ha la dignità di basilica minore.

Seconda parte

I SACCONI ROSSI

di Carlo Pavia

I Sacconi rossi erano gli appartenenti alla “Veneranda confraternita de’ devoti di Gesù Cristo al Calvario e di Maria Santissima Addolorata”, di Roma, creata nel secolo XVII.
Il loro compito era ripescare e dare sepoltura, se nessuno li reclamava, agli annegati nel Tevere trovati, con l’aiuto delle torce, lungo le sponde del fiume.
Questa pia professione di carità era svolta nei caratteristici cappuccio e mantello rossi, da cui il soprannome.

La sepoltura non era banale: con gusto necrofilo tutto barocco, le ossa scarnificate venivano deposte in maniera “decorativa” nel cimitero sotterraneo del convento (tuttora visitabile, risulta, il 2 novembre).
Se l’effetto è certamente più semplice rispetto alla esuberanza barocca della ormai famosa cripta dei Cappuccini a via Veneto, il luogo è certamente molto importante come testimonianza di pratiche antiche oggi cadute in disuso.
L’usanza è citata nel film “Mondo cane” diretto da Gualtiero Jacopetti (1962).

Dai primi anni novanta il 2 novembre, giorno della Commemorazione dei Defunti, col patrocinio dell’Ospedale San Giovanni Calibita (tenuto dai Fatebenefratelli) ha luogo nell’isola Tiberina, partendo dalla chiesa di San Bartolomeo all’Isola, una processione notturna in memoria degli annegati, alla quale partecipano, in costume, i membri della Confraternita.

Un’immagine della processione del 2 Novembre

CONTATTI
Indirizzo: Piazza S. Bartolomeo all’Isola, 22 – 00186 Roma
Telefono: +39 06/6877973 (info e visite alla cripta)
Email: info@sanbartolomeo.org


Per saperne di più, Carlo Pavia ROMA SOTTERRANEA, Gangemi Editore

Carlo Pavia è l’Archeospeleofotosub (definizione coniata dal giornalista Fabrizio Carboni per un articolo sulla rivista Panorama): archeologo, speleologo, sub e fotografo.
Autore di molti libri sulla Roma antica, fondatore delle riviste “Forma Vrbis” e “Roma e il suo impero”.


Iscriviti alla Newsletter di Latina Città Aperta

* campo obbligatorio
/ ( dd / mm )

Condividi
  • 14
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *