TROTTOLA la chiocciola #10

Ciao a tutti, sono Trottola
una piccola allegra chiocciola.
All’inizio non si sa,
ma leggendo le mie storie
qualcosa di super magico
ogni volta accadrà…

Giovinezza, beltà e Sua Maestà

Sempre belle sono state
Principesse, regine e fate
Delle fiabe protagoniste
Peccato non le abbiamo mai viste…
Ma alle regnanti vere rendiamo giustizia
Grace, Diana, Charlène, Kate e Letizia.
L’eccezione è sempre possibile:
Camilla infatti è irraggiungibile!
Una volta i più belli avevan la corona
E facevano una vita sorniona
Non come i popolani faticosa
Ma comoda e alquanto lussuosa.

Un tempo s’invecchiava molto presto
Ma oggi non è accettabile questo
Vanno tutti dell’estetista
A far massaggi e dal visagista
Dal chirurgo per farsi i labbroni
Che col ritocco sembrano gommoni
O i palloni sul davanzale
O la liposuzione addominale.

Trottola dice: -Una beauty farm voglio aprire
E tutti quanti farò ringiovanire
Preparo la pozione in poche ore
Vedrete che farà scalpore!
La mia bava diventerà superpotente
Con un effetto ultra ringiovanente!
Gli urban screen della città
Pubblicizzano l’ultima novità
Tutti in fila si mettono i clienti
Per i tanto ambiti interventi.

Trottola trangugia il fluido portentoso
Ma spruzzandolo nota un effetto disastroso:
I clienti in pietra ha trasformato
Come con Perseo Medusa aveva sognato.
Statue bellissime, giovani e imponenti…
Però da lungi della chiocciola si odono i lamenti.

Le lacrime scendono a cascata
Senonché la sorpresa è assicurata
Ritornano in un lampo vivi e sorridenti
Senza rughe, rotoletti e cedimenti.

-Basta con l’estetica, do le dimissioni

Meglio cambiare le mie intenzioni
Invece di stiracchiar le pelli
Vi abbellisco i cervelli!
Vi do il contatto della regina Elisabetta
Così seguirete la sua ricetta:
A colazione una salsiccetta,
The, focaccia e di torta una fetta,
Gin e aperitivo per finir la serata in maniera perfetta!
Anche se dei Novanta ha superato la soglia
Di andarsene proprio non ha voglia
Ed infatti Sua Maestà rimane
Fuor di dubbio la più amata del reame!

Laura Martufi nasce a Latina, è laureata in Pedagogia, in Vigilanza Scolastica, diplomata in Computer Grafica e studia Arte Terapia.
Insegna Filosofia e Scienze Umane presso il Liceo “A. Manzoni” della provincia.
Frequenta scuole di pittura, ma è in gran parte autodidatta.
L’interesse per la Filosofia, la Psicologia e la Psicoanalisi la spingono inizialmente verso il Surrealismo. Il suo ambito espressivo si estende anche alla poesia e, recentemente, alla grafica con la mostra in Photoshop DeGenere.
Ha al suo attivo oltre sessanta esposizioni tra personali e collettive, che suscitano interesse di pubblico e di critica. realizza anche illustrazioni di romanzi, fiabe e racconti di Science fiction.
Ha inteso la sua pittura un Neoromanticismo metafisico, in riferimento al bisogno di metafisica dell’uomo odierno e alla rivalutazione del sentimento e delle emozioni; attualmente la sua ricerca è più rivolta ai temi sociali, esistenziali e dell’identità di genere.
In un’epoca nichilistico-materialistico-liquida, l’arte deve sempre fare ed affermare, non rinunciando altresì al bello e quindi rifuggendo dal produrre una “non – opera”.


Iscriviti alla Newsletter di Latina Città Aperta

* campo obbligatorio
/ ( dd / mm )

Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *