Madre di Franco Buffoni

Madre

Quando eri ancora adulta
prima di rimpicciolire
ti lasciavo sola volentieri,
dovevi espanderti e io non mi vedevo
nei tuoi spazi.
Poi per davvero ebbi l’occasione
di fare attenzione alle tue forme,
al loro chiudersi, e i tuoi spazi
presi a difendere, meno li occupavi
più li presidiavo. Finché non mi è restato

che un batuffolo con voce da proteggere
In una ipotesi di spazio.

Franco Buffoni

Franco Buffoni  è nato a Gallarate 1948, vive a Roma. Esordisce come poeta nel 1978 su Paragone presentato da Giovanni Raboni; è un poeta, traduttore, giornalista pubblicista e professore ordinario di Critica Letteraria e Letterature Comparate. Dal 1989 è direttore della rivista sulla teoria e pratica della traduzione poetica «Testo a fronte» e dal 1991 è curatore dei Quaderni italiani di poesia contemporanea, pubblicati ogni due anni.  Ha pubblicato diverse raccolte di poesie e romanzi. Le sue opere sono state incluse in varie antologie di poesia italiana contemporanea. Ha tradotto tra gli altri  Keats, Donald Barthelme, Robert Fergusson, George Byron, Coleridge, Rudyard Kipling, Oscar Wilde, e Yeats. utta l’opera poetica di Franco Buffoni e’ stata raccolta nell’Oscar Mondadori Poesie 1975-2012.

Fresia Erésia, eteronimo di una poeta la cui identità è sconosciuta. Vive in subaffitto nella di lei soffitta, si ciba di versi sciolti, di tramonti e nuvole di panna. Nasconde le briciole dei tetti sotto la tovaglia e i trucioli di limature di strofe sotto il tappeto. Compone e scompone, mescola le carte, si cimenta e sperimenta.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.