Madre di Franco Buffoni

Madre

Quando eri ancora adulta
prima di rimpicciolire
ti lasciavo sola volentieri,
dovevi espanderti e io non mi vedevo
nei tuoi spazi.
Poi per davvero ebbi l’occasione
di fare attenzione alle tue forme,
al loro chiudersi, e i tuoi spazi
presi a difendere, meno li occupavi
più li presidiavo. Finché non mi è restato

che un batuffolo con voce da proteggere
In una ipotesi di spazio.

Franco Buffoni

Franco Buffoni  è nato a Gallarate 1948, vive a Roma. Esordisce come poeta nel 1978 su Paragone presentato da Giovanni Raboni; è un poeta, traduttore, giornalista pubblicista e professore ordinario di Critica Letteraria e Letterature Comparate. Dal 1989 è direttore della rivista sulla teoria e pratica della traduzione poetica «Testo a fronte» e dal 1991 è curatore dei Quaderni italiani di poesia contemporanea, pubblicati ogni due anni.  Ha pubblicato diverse raccolte di poesie e romanzi. Le sue opere sono state incluse in varie antologie di poesia italiana contemporanea. Ha tradotto tra gli altri  Keats, Donald Barthelme, Robert Fergusson, George Byron, Coleridge, Rudyard Kipling, Oscar Wilde, e Yeats. utta l’opera poetica di Franco Buffoni e’ stata raccolta nell’Oscar Mondadori Poesie 1975-2012.

Fresia Erésia è l’eteronimo dietro il quale si cela una poetessa eretica per vocazione, un animo sensibile che ha trovato libera espressione solo attraverso la scrittura poetica.
Pensare in versi sciolti è ciò che le riesce meglio: poesie, aforismi e suggestive metafore per lo più si perdono tra nuvole di pensieri e solo a volte si fermano sulla carta per restare.
Scoperta per caso da un anziano poeta che era in cerca della sua Musa, Fresia viene riconosciuta per alcuni versi giovanili come un talento naturale del genere “diamante grezzo non ancora lavorato”.
La poetessa è solita affermare però che il peggio che le potrebbe capitare sarebbe proprio di finire sfaccettata su commissione da un talent scout seriale, per questa ragione mantiene l’anonimato e non si mostra mai in pubblico.


Iscriviti alla Newsletter di Latina Città Aperta

* campo obbligatorio
/ ( dd / mm )
Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *